Hellman, Graziosi, Giannasi e lo scrittore Marco Angelotti