L'OMBRA DELLE ONDE

Serge ha un contratto con il Genoa calcio nel 1932. E' stato ingaggiato per giocare come centrale nella squadra della città. Vorrebbe onorarlo… ma la madre malata lo manda a chiamare. Purtroppo arriverà tardi a casa sua in Uruguay. Dopo un periodo di smarrimento decide che la vita è troppo bella e breve per non viverla con gioia, preso un taxi si dirige verso il Brasile in cerca di un nuovo ingaggio. Durante il percorso subirà un grave incidente che lo lascerà senza memoria. Inizia così una nuova vita…

Un gesto tra me e l'orizzonte

Pietro ama il suo lavoro alla Croce Rossa. La sua missione nella vita. Un incarico da svolgere con coscienza. Si rigenera dal lavoro con la campagna nel piccolo podere lasciato dal padre. La vita scorre sicura e serena. Fino a quando non viene mandato in Piemonte per soccorrere le popolazioni colpite dall'alluvione. Poi sua figlia (che aveva sposato un ragazzo del nord) muore tragicamente. Pietro non riconosce più questo tempo nel quale i genitori sopravvivono ai figli e se lo dice guardando le terre nelle quali aveva salvato case dal fango...

Gli occhi di Dunja

Dunja la pazza, Dunja la solitaria. Nessuno stima questa donna di mezza età che da quando è morto suo padre vive sola nella fattoria di famiglia. E' bastante a se stessa, anche se a volte vorrebbe un amico con il quale parlare. Un giorno mentre si avvicina alla stalla nota qualcosa di strano. Nel buio due occhietti vivissimi la guardano con terrore. Non può lasciarsi sfuggire l'occasione. Quell'esserino minuto è il figlio mai avuto, l'amore mai vissuto, l'amico mai conosciuto. Lo ospita senza chiedere nulla né chiedersi nulla. Che sia un nano, un esperimento, un alieno, un bimbo... non importa. Dunja lo ama per il solo fatto di averla accettata senza pregiudizi, poi però...

 
L'ombra delle onde

Home page Indietro Brani del libro Scarica il libro